venerdì 28 ottobre 2011

Le patate ubriache

Da quando mi sono trasferito qui a Caffaro, al sopraggiungere del primo freddo, incomincio ad accendere la stufa e, al rientro la sera a casa, mi lancio sempre nella preparazione di questa ricetta che è diventata ormai un mio cavallo di battaglia.
Il segreto sta nell'alchimia dei sapori della patata con quella della cipolla (accoppiata che io adoro!) e nella loro cottura; le patate devono avere quella bella crosticina croccante, così come i tocchetti di cipolla. 


Oltre a questo conta molto anche il vino che si utilizza per "ubriacare" le patate; io solitamente utilizzo un vino rosato, tra i miei preferiti il Cuvée "rosè" - Mitterberg rosato IGT della Cantina Produttori Burggräfler, perchè non vorrei che coprisse troppo il sapore degli ingredienti.
Questa volta, non avendone a disposizione, ho usato un morellino di Scansano.

Ingredienti:

6/8 patate a pasta gialla di medie dimensioni
1 cipolla intera
2 bicchieri di vino
25 gr di pancetta a cubetti
1 cucchiaio di brodo granulare vegetale
olio EVO


Procedimento:

Dopo aver lavato e sbucciato le patate, le ho tagliate a tocchetti non molto grandi (per velocizzarne la cottura) e li ho messi a bagno in acqua e sale per una ventina di minuti;

A parte ho versato un filo d'olio EVO in una casseruola ed ho messo a soffriggere la cipolla, che avevo precedentemente tagliata a tocchetti non eccessivamente piccoli, e la pancetta a cubetti.

Ho fatto soffriggere per bene e, quando la cipolla ha iniziato a diventare trasparente, ho versato le patate.

Ho fatto saltare le patate per una decina di minuti a fuoco alto per farle fare la crosticina(attenzione alla cipolla che non bruci) e poi ho tolto la casseruola dal fuoco, versato i due bicchieri di vino, aggiunto il cucchiaio di brodo granulare e poi messo in forno a 150-160°C fino a quando le patate non saranno cotte anche all'interno (io nel forno della stufa ci ho messo un buon venti minuti).

Non mi resta che impiattare il tutto e augurarvi



buon appetito!

Matteo

8 commenti:

  1. Mi incuriosisce l'uso del vino nelle patate. Mi toccherà provarlo.

    RispondiElimina
  2. Matteo.....:D rieccomi!
    periodo sempre di corsa e mi ero persa qualche tua ricetta!
    torno con le patate cipolle??? ma lo sai che sono state il mio primissssssimmmiso salato postato nel blog :D
    quindi approved!

    RispondiElimina
  3. @Cran non ti persa moltissimo...in questo ultimo mese ho avuto pochissimo tempo per cucinare....e per postare le ricette...sono stra indietro con mille cose...ma il lavoro mi sta prendendo un sacco di tempo, anche quando non sono in ufficio o in giro per clienti....ho preso spunto da una tua ricetta per fare una torta di mele questa settimana, appena riesco la posto!a presto!!
    ciao!!

    RispondiElimina
  4. @carlottaD ultimamente le mie ricette vedono spesso qualcosa di ubriaco...^_^
    cmq con o senza vino, il connubio cipolla patata è davvero spettacolare.....ciao!!!

    RispondiElimina
  5. devono essere gustosissime!!! da provare al più presto! ;)

    RispondiElimina
  6. Dunque, la ricetta mi sembra davvero molto interessante, però ho bisogno di capire se prediligere un vino rosato oppure uno rosso, quale è meglio? Perchè io sai, sono un po' schematica sulle ricette altrui, adoro seguirle bene e alla lettera. Quando le faccio mie ah.. bè, poi diventa un bel delirio :)
    Mi piace moltissimo l'idea di questa preparazione: semplice e concreta! Love it :)

    RispondiElimina
  7. @Mari io di solito uso un vino rosato secco (quando posso uso quello che ho segnalato nella ricetta)...con il vino bianco non l'ho mai provato....con quello rosso non mi è piaciuto moltissimo perchè copre molto il sapore delle verdure....
    A presto!^_^

    RispondiElimina
  8. Ciao ti volevo invitare a partecipare al mio contest: Il dolce piu' peccaminoso!
    qui maggiori info:
    http://dolciricette.blogspot.com/2011/10/la-cucina-dei-7-peccati-il-dolce-piu.html
    C'è tempo fino al 15 di Novembre...
    Ti aspetto!!

    RispondiElimina